Come allineare o giustificare il testo in Excel

Volete scoprire come allineare il testo al centro di un gruppo di celle? O come giustificare il testo dando una larghezza massima alle celle?

Sono sicuro che ad ognuno di noi usando Excel prima o poi si è trovato con la necessità di dover allineare il testo al centro di un gruppo di celle, infatti se volessimo centrare il titolo della tabella l’operazione più semplice da fare potrebbe essere quella di selezionare le celle che vanno dalla colonna A alla colonna K della prima riga e dal menù Allineamento scegliere Unisci e allinea al centro.

Semplice ed il risultato che volevamo l’abbiamo ottenuto.

Tuttavia, personalmente preferisco evitare l’unione delle celle, il motivo ve lo spiego a breve, la tabella in questione è molto piccola, ma come potete notare le intestazioni dei prodotti ed i relativi valori occupano sempre 2 celle, ed il criterio usato è quello visto poco fa: Unisci ed allinea al centro.

Questo modo di strutturare una tabella potrebbe crearci qualche problema, se per qualche motivo dovessimo cambiare i valori copiandoli da un’altra posizione, come per esempio quelli indicati nell’intervallo B12:B18 guardate cosa succede:

Selezioniamo l’intervallo CTRL + C, ci portiamo nel gruppo di celle in cui c’è il primo valore, incolla valori, ma compare questo errore che ci avvisa che le celle devono avere le stesse dimensioni.

Come possiamo evitare tutto questo ma mantenendo l’allineamento al centro?

Iniziamo col selezionare l’intervallo B3:C9 ed andiamo ad eliminare l’unione delle celle, cliccando sempre su Unisci e allinea al centro

A questo punto andiamo ad espandere le impostazioni allineamento

E come allineamento testo orizzontale scegliamo Allinea al centro nelle colonne, diamo OK

Esteticamente il risultato sarà come prima, ma cosa importante ora saremo liberi di copiare i valori senza alcun problema

Selezioniamo l’intervallo B12:B19,  CTRL + C, ci portiamo nella cella B3, incolla valori, ed ecco fatto!

Ma cambiamo foglio e vediamo come comportarci nel caso in cui avessimo un testo molto lungo, e volessimo dividerlo in più parti per farlo stare in determinate celle.

Nell’esempio che vedete a video sarebbe opportuno dividere il testo su due o più righe, in modo tale che la lunghezza vada poco oltre le dimensioni della tabella che si trova sotto, molto semplicemente potremmo portarci dopo la parola “indicazione”

selezionare la seconda parte della frase CTRL + X, spostarci nella cella A2 e copiare con il comando CTRL + V il contenuto che abbiamo appena tagliato.

Alzi la mano chi di voi non ha mai fatto questa operazione, che di per sé non è sbagliata, ma esiste un metodo più furbo e che soprattutto in modo automatico divide il testo in base alle dimensioni che noi assegniamo.

Facciamo un passo in dietro tramite il comando CTRL + Z e andiamo a selezionare le celle in cui vorremmo far stare il testo, diciamo che il nostro intento è quello di arrivare fino alla colonna L, a questo punto ci basterà andare nel campo Modifica ed in Riempimento scegliere Giustifica

Et voilà Excel farà il resto.

Non ci piace il risultato? Nessun problema riselezioniamo lo spazio in cui voler far stare il titolo, in questo caso fino alla colonna G e ripetiamo l’operazione, in Riempimento scegliamo Giustifica

Addirittura in questo caso Excel è così gentile di avvisarci che lo spazio che abbiamo scelto è troppo piccolo di conseguenza il testo verrà distribuito su 3 righe anziché 2, diamo quindi OK

Ed ecco il risultato, geniale non trovate?

Nel video qui sotto trovate tutti i passaggi appena illustrati, buona visione.

Condividi il post

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Tips & Tricks

La formattazione condizionale – (parte5)

La Formattazione condizionale ci permette di mettere in risalto singole celle, righe o colonne applicando diversi formati e stili al foglio ogni qualvolta che i dati presenti soddisfano una o più condizioni. Vedremo come usare la formattazione condizionale abbinandola alle caselle di controllo.

Read More »
Torna su