La funzione MIN.PIÙ.SE

La funzione MIN.PIÙ.SE ci restituisce il valore minimo di un intervallo dopo aver indicato uno o più criteri.

La sintassi della funzione MIN.PIÙ.SE è la seguente:

int_min (obbligatorio) è l’intervallo di celle da calcolare, i cui valori soddisferanno i vari criteri

int_criteri1 (obbligatorio) è l’intervallo di celle a cui applicare i criteri

criteri1 (obbligatorio) è il criterio che noi impostiamo

a seguire int_criteri2 (facoltativo) e criteri2 (facoltativo) saranno altri intervalli ed altri criteri che potremo impostare in aggiunta al precedente

si possono impostare fino ad un massimo di 126 coppie di intervalli/criteri

 

Spostiamoci nella cella I22 e scriviamo la funzione:

i colori che Excel assegnerà ad ogni argomento ci aiuteranno a capire i vari intervalli.

=MIN.PIÙ.SE(E2:E34;A2:A34;G19;B2:B34;G22)

Il range E2:E34 rappresenterà l’intervallo di celle in cui andare a trovare il valore minimo, nel nostro caso rappresentato dal FATTURATO

Il range A2:A34 rappresenterà l’intervallo criteri 1, nel nostro caso rappresentato dall’elenco dei VENDITORI

La cella G19 sarà il criterio 1, rappresentato dal venditore Romagnoli Roberto

Il range B2:B34 rappresenterà l’intervallo criteri 2, nel nostro caso rappresentato dall’elenco delle REGIONI

La cella G22 sarà il criterio 2, rappresentato dalla regione Emilia Romagna

Il risultato sarà il valore minimo del fatturato contenuto tra le celle E2 ed E34 da parte del venditore Romagnoli Roberto per quanto riguarda la regione Emilia Romagna.

Se avessimo la necessità di trovare il valore massimo utilizzeremo la funzione MAX.PIÙ.SE

Se volessimo trovare semplicemente il valore massimo o minimo di un intervallo, senza ulteriori criteri, useremo rispettivamente la funzione MAX e la funzione MIN

Condividi il post

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Tips & Tricks

La formattazione condizionale – (parte5)

La Formattazione condizionale ci permette di mettere in risalto singole celle, righe o colonne applicando diversi formati e stili al foglio ogni qualvolta che i dati presenti soddisfano una o più condizioni. Vedremo come usare la formattazione condizionale abbinandola alle caselle di controllo.

Read More »
Torna su