La funzione INDIRIZZO

La funzione INDIRIZZO serve a identificare il riferimento di una cella, in base al numero della riga e della colonna nella quale si trova.

Questa funzione a cinque argomenti, nella maggioranza dei casi sarà sufficiente indicare i primi due che sono obbligatori, ma daremo un rapido sguardo anche agli altri 3 che essendo facoltativi possono essere omessi.

La sintassi della funzione INDIRIZZO è la seguente:

riga, argomento obbligatorio, è il valore numerico che specifica il numero di riga da usare nel riferimento di cella.

colonna, argomento obbligatorio,  è il valore numerico che specifica il numero di colonna da usare nel riferimento di cella.

ass, argomento facoltativo,  è un valore numerico che specifica il tipo di riferimento da restituire, può assumere i valori di:

1 – riga e colonna hanno un riferimento assoluto

2 – riga ha un riferimento assoluto e colonna hanno un riferimento relativo

3 – riga ha un riferimento relativo e colonna hanno un riferimento assoluto

4 – riga e colonna hanno un riferimento relativo

a1, argomento facoltativo, può assumere il valore di uno oppure zero e questo specifica lo stile di riferimento a1 o R1C1. Mettendo uno, che corrisponde allo stile a1 le colonne sono contrassegnate in ordine alfabetico e le righe sono contrassegnate in modo numerico, mentre mettendo zero, si utilizzerà lo stile R1C1

foglio, sempre argomento facoltativo, è un valore di testo che specifica il nome del foglio di lavoro da usare come riferimento esterno, se viene omesso si utilizzerà il foglio di lavoro corrente.

Ecco i risultati che si ottengono con la funzione INDIRIZZO inserendo i vari argomenti:

La funzione INDIRIZZO © Excel Espresso

Il segno del risultato coinciderà con quello di divisore.

Se uno degli argomenti non è numerico, QUOZIENTE restituisce l’errore #VALORE!

Se il denominatore è uguale a zero, la funzione restituisce l’errore #DIV/0!

Condividi il post

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Tips & Tricks

La formattazione condizionale – (parte5)

La Formattazione condizionale ci permette di mettere in risalto singole celle, righe o colonne applicando diversi formati e stili al foglio ogni qualvolta che i dati presenti soddisfano una o più condizioni. Vedremo come usare la formattazione condizionale abbinandola alle caselle di controllo.

Read More »
Torna su