La funzione GIORNI.LAVORATIVI.TOT

Se vogliamo calcolare quanti sono i giorni lavorativi compresi fra 2 domeniche, per esempio fra la domenica 2 e la domenica 9 gennaio, considerando che comunemente ci si riferisce ai giorni lavorativi come ai giorni tra lunedì e venerdì, la funzione che ci permette di effettuare questo calcolo si chiama:

GIORNI.LAVORATIVI.TOT

La quale prevede 3 argomenti:

Data_iniziale corrispondente alla data d’inizio

Data_finale corrispondente alla data finale

questi 2 argomenti sono obbligatori, mentre il terzo argomento che è Vacanze è facoltativo, rappresenta un elenco in cui potremo definire i giorni festivi.

Portiamoci nella cella E6 e scriviamo:

=GIORNI.LAVORATIVI.TOT(A3;A10):

Il risultato sarà 5, perché non abbiamo tenuto conto di eventuali festività.

Se vogliamo farle rientrare nel conteggio, dovremo indicarle nell’argomento Vacanze

Portiamoci nella cella E7 e scriviamo:

=GIORNI.LAVORATIVI.TOT(A3;A10;E2:E3)

Il risultato nel caso specifico sarà 4, perché il 6 di gennaio essendoci l’Epifania dovrà essere sottratto dal conteggio dei giorni lavorativi.

Passiamo ora a verificare quanti giorni lavorativi sono presenti in un dato mese, spostiamoci nella cella E10  e sfruttiamo ancora una volta la funzione GIORNI.LAVORATIVI.TOT , quindi scriviamo:

=GIORNI.LAVORATIVI.TOT(A2;FINE.MESE(A2;0))

per l’argomento data_iniziale, puntiamo sul primo giorno del mese, la cella A2, mentre per determinare la data finale sfruttiamo la funzione FINE.MESE

Ovviamente anche in questo caso vale quanto detto prima, se vogliamo escludere le festività dobbiamo usare l’argomento Vacanze.

Nel video qui sotto trovate tutti i passaggi appena illustrati, buona visione.

Condividi il post

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Tips & Tricks

La formattazione condizionale – (parte5)

La Formattazione condizionale ci permette di mettere in risalto singole celle, righe o colonne applicando diversi formati e stili al foglio ogni qualvolta che i dati presenti soddisfano una o più condizioni. Vedremo come usare la formattazione condizionale abbinandola alle caselle di controllo.

Read More »
Torna su