La funzione CERCA.ORIZZ

La funzione CERCA.ORIZZ (cerca orizzontale) ci permette di cerca un valore, che noi decidiamo, nella prima RIGA dell’intervallo specificato, e restituisce il valore di un’altra RIGA ma appartenete alla stessa colonna.

Questa funzione ha quattro argomenti.

La sintassi della funzione CERCA.ORIZZ è la seguente:

valore, è Il valore da cercare, che può essere un numero o un testo.

matrice_tabella, argomento obbligatorio,  è l’intervallo contenente il valore di ricerca e gli altri dati. Bisogna tenere presente che il valore di ricerca deve trovarsi sempre nella prima riga dell’intervallo.

indice, argomento obbligatorio,  è il numero di riga nell’intervallo, che contiene il valore da restituire.

intervallo, argomento facoltativo, può assumere solo i valori VERO o FALSO. Se si vuole ottenere una corrispondenza approssimativa si indicherà VERO, se si vuole ottenere una corrispondenza esatta si indicherà FALSO. Se non si specifica nulla, il valore predefinito sarà sempre VERO.

 

Nella cella D12 scriviamo la funzione =CERCA.ORIZZ(C12;D3:W8;5;0)

L’intento è quello di trovare il numero di comuni di una data regione, la cella C12 contiene il valore primo argomento della funzione.

La matrice_tabella corrisponde all’intervallo D3:W8.

l’indice, come vedete nella prima colonna ho indicato dei numeri che rappresentano le righe di riferimento, la prima con il nome delle regioni la seconda con il numero di abitanti e cosi via, nel nostro caso se vogliamo trovare il numero dei comuni la RIGA corretta sarà la numero 5.

Per finire vogliamo che la corrispondenza sia esatta, quindi scriviamo come quarto argomento FALSO, oppure possiamo indicare anche uno 0.

Excel in base alla regione selezionata ci rilascerà il numero dei comuni.

 

Utilizzando la corrispondenza esatta, nel caso in cui CERCA.ORIZZ non trova il valore da cercare viene restituito il valore di errore #N/D

Se nell’argomento indice mettiamo un valore  inferiore a 1, la formula CERCA.ORIZZ restituirà  l’errore #VALORE!, Nel caso sia maggiore del numero di righe presenti in matrice_tabella, la funzione restituirà invece l’errore #RIF!.

Condividi il post

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Tips & Tricks

La formattazione condizionale – (parte5)

La Formattazione condizionale ci permette di mettere in risalto singole celle, righe o colonne applicando diversi formati e stili al foglio ogni qualvolta che i dati presenti soddisfano una o più condizioni. Vedremo come usare la formattazione condizionale abbinandola alle caselle di controllo.

Read More »
Torna su